Bridget Jones torna al cinema più esilarante che mai in: Bridget Jones’s Baby

13529020_1039521936103378_7802026259976014216_nSono passati quasi sedici anni da quando Bridget Jones (Renèe Zellweger) è entrata nelle nostre vite. Biondina, cicciottella e goffa, ha rappresentato per quell’universo femminile taglia 42 sempre perfetto, che anche una come lei puo’ trovare il grande amore. Anche se è la regina delle figuracce, anche se veste male, beve e fuma. Perchè Bridget ci piace così com’è. L’abbiamo lasciata nel 2004 con una romantica (ma non troppo!) dichiarazione di matrimonio da parte dell’affascinante avvocato Mark Darcy. Oggi Bridget ha 43 anni, è ancora una volta single (lei si definisce Zilf essendo zitella, invece di Milf) ed è sempre accompagnata da quella goffagine che tutti noi amiamo. Un traguardo, però, lo ha raggiunto: ha un fisico da far invidia. Anche se non durerà per molto…

Segnala a Zazoom - Blog Directory

Molte cose sono cambiate nella sua vita: gli storici amici sono tutti diventati genitori, motivo per cui non riescono più a vedersi come prima, se non a battesimi e compleanni di bambini e la domanda fatidica è sempre dietro l’angolo: “Bridget ma tu quando diventi madre? Perchè non ricorri all’inseminazione artificiale?” Ma la nostra protagonista una cosa l’ha capita: adesso vuole pensare a divertirsi e al suo lavoro di produttrice in una delle emittenti più importanti del Regno Unito. Con quei kg in meno e senza uomini tra i piedi, Bridget si sente più sicura di sè e vede la sua vita finalmente prendere un senso. Parte con un’amica per andare ad un concerto ed è lì che inciampa su un affascinante americano di nome Jack Qwant (Patrick Dempsey) con cui passerà una bollente notte d’amore. Tornata a casa viene a sapere che Daniel Cleaver (Hugh Grant) è morto (anche se il corpo non viene mai ritrovato) e al funerale incontra il suo grande amore (Colin Firth) che nel frattempo si è sposato. Ma per uno scherzo del destino Bridget e Mark (in procindo di divorzio) si ritrovano madrina e padrino di battesimo di una coppia di amici ed è in quell’occasione che scoppia nuovamente la storica passione tra i due anche se Bridget tronca fin da subito un possibile ritorno di fuoco.

I mesi passano e i pantaloni iniziano a non entrare più, ma questa volta non è colpa del cibo. Bridget, infatti, scopre di essere incinta…sì, ma di chi? Sarà del misterioso Jack di cui non sa nulla o del suo vecchio amore Mark, un avvocato tutto d’un pezzo?

Una cosa è certa: se i precedenti film hanno fatto breccia nel vostro cuore, questo capitolo vi farà letteralmente impazzire! Bridget Jones’s Baby fa ridere, commuovere, sognare e, forse, è il miglior film della serie. Diretto da Sharon Maguire (che ha già diretto il primo capitolo di Bridget Jones), vede nel cast la presenza di una fantastica Emma Thompson nei panni di una ginecoloca sopra le righe che farà sentire i due presunti padri come ad una finale di X-factor: “Chi vuoi eliminare? Vota 1 se vuoi eliminare Jack, vota 2 se vuoi eliminare Mark.” Insomma, la nostra goffa protagonista si ritroverà a fare i conti con due uomini a loro modo speciali. Jack piombato nella sua vita per caso che vive la sua vita in base agli algoritmi e che è convinto che tra lui e Bridget ci sia il 97% di affinità. Dall’altra parte c’è Mark, un uomo che ha dedicato la sua vita al lavoro ma che di nascosto legge libri sulla gravidanza. Un uomo che vorrebbe tanto che questo figlio fosse suo, ma che è troppo orgoglioso per ammetterlo. Vorrebbe essere il primo per Bridget ma viene sempre scavalcato da Jack che sembra perfetto in tutto e per tutto.

Non vi possiamo svelare il finale per non rovinarvi la sorpresa ma un consiglio ve lo diamo: andate al cinema, ne vale la pena.

E nel frattempo su Facebook e su Twitter gli hashtag sono impazzano #jacktuttalavita o #marktuttalavita ? Tutte le iniziative sul film potete trovarle sulla pagina Facebook del film https://www.facebook.com/BridgetJonesBabyIT/

Bridget Jones sarà nei cinema a partire dal 22 settembre distribuito da Universal Pictures

Loading...

Commenta per primo

Lascia un commento

Follow by Email
Twitter
Visit Us
Follow Me
LinkedIn
Share
Instagram