In esclusiva una clip tratta dal film horror “The Bye bye Man” da domani al cinema

Uscirà domani, 19 aprile, l’atteso film horror “The Bye Bye Man” diretto da Stacy Title, interpretato da Douglas Smith, Lucien Laviscount, Cressida Bonas, Michael Trucco, Doug Jones, Carrie-Ann Moss, distribuito in Italia da Koch Media.

Segnala a Zazoom - Blog Directory

Abbiamo provato tutti l’esperienza di cercare di non pensare a qualcosa: un ricordo doloroso, un potente desiderio, uno sguardo strano da parte del proprio partner o di un amico. Spesso, abbiamo la sensazione che più ci sforziamo di non pensare a queste cose, più diventa difficile liberarsi di questi pensieri che diventano sempre più forti in noi. Alla fine però, indipendentemente dal fatto che i nostri sforzi falliscano o riescano nell’intento, bisogna andare avanti. Ma cosa succederebbe se ci fosse qualcosa – un pensiero, un’immagine o persino un semplice nome – capace di abbassare immediatamente le tue difese, non appena ti entra in testa? E cosa succederebbe se quel seme crescesse così tanto che lentamente prenderebbe il controllo della tua realtà, facendo fiorire ogni tua oscurità e paura recondita e, come ultima cosa, facendoti commettere cose impensabili e indicibili? Questo è il fulcro della storia – e del terrore – di The Bye Bye Man. La gente commette cose indicibili ogni giorno. Ogni volta cerchiamo di capire con fatica cosa spinga le persone a commettere queste terribili cose. E se le domande che ci facciamo sono sbagliate? E se la colpa di tutta questa malvagità non è una questione di che cosa…ma di chi? Dal produttore di Oculus e The Strangers arriva The Bye Bye Man, un agghiacciante horror-thriller che espone il male
dietro gli atti più indicibili commessi dall’uomo. Quando tre compagni di college si imbattono nelle orribili origini di The Bye Bye Man, scoprono che c’è un solo modo per evitare la sua maledizione: non dirlo, non pensarlo. Ma una volta che The Bye Bye Man entra nella tua testa, ne prende immediatamente il controllo. C’è un modo per sopravvivere alla sua possessione? In esclusiva per voi una clip inedita tratta dal film.

Ispirato a fatti realmente accaduti, The Bye Bye Man racconta la storia di Elliot, Sasha e John. Tre amici e compagni di college, in procinto di vivere quello che sarebbe dovuto essere uno dei momenti più emozionanti della loro vita. Il brillante ma insicuro Elliot (Douglas Smith) è sempre stato mosso da ideali di amicizia e famiglia – da quando, diventato orfano, è stato cresciuto dal fratello maggiore Virgil (Michael Trucco). Ora, Elliot, la sua bellissima ed empatica ragazza Sasha (Cressida Bonas) e il loro miglior amico festaiolo John (Lucien Laviscount), stanno per iniziare una nuova vita tutti insieme nella loro nuova casa. Ma ben presto scopriranno che la casa custodisce le tracce di The Bye Bye Man, una forza soprannaturale che, per decenni, ha terrorizzato vittime ignare. Dopo una festa in cui Elliot scopre accidentalmente il suo nome, The Bye Bye Man usa la loro amica Kim (Jenna Kanell) come strumento per entrare nelle loro menti e nel mondo reale. Da qui, ha inizio la sua malevola campagna di distorsione della realtà – e di cose assai peggiori. Le insicurezze di Elliot si trasformano in paranoia, Sasha inizia a trascurarsi e John comincia ad essere ossessionato da terribili visioni. Controllando le loro anime e menti, The Bye Bye Man, come un ragno tesse la sua tela del terrore sulle famiglie, sugli amici e sulla comunità. Per Elliot e le persone che ama, la vita e la morte saranno determinate dal capire cosa sia reale e cosa no. Nel disperato tentativo di aiutare tutti, Elliot inizia ad indagare sul passato di The Bye Bye Man, mentre cerca di mantenere la sua sanità mentale. Con l’aiuto di fonti improbabili, Elliot scopre che l’unico modo per sconfiggerlo è eliminare qualsiasi ricordo del suo nome – compresi tutti quelli che sanno della sua esistenza.
The Bye Bye Man è diretto da Stacy Title (The Last Supper, Let the Devil Wear Black) su sceneggiatura di Jonathan Penner (Il diavolo dentro), basato su “The Bridge to Body Island” di Robert Damon Schneck. Prodotto da Trevor Macy (The Strangers, Oculus), Jeffrey Soros (L’eccezione alla regola), e Simon Horsman. Seth William Meier, Patrick Murray e Marc D. Evans (Safe House – Nessuno è al sicuro, The Raven) sono i Produttori Esecutivi. Nel cast, Douglas Smith (Ouija, e la serie originale Big Love della HBO), Lucien Laviscount (Scream Queens) e, al suo debutto cinematografico, Cressida Bones, insieme a Michael Trucco (Battlestar Galactica), e nel ruolo di The The Bye Man, l’icona del fantasy-horror Doug Jones (Il labirinto del fauno). Il cast comprende anche leggende del cinema come Carrie-Anne Moss (Matrix, Memento) and Faye Dunaway (Bonnie & Clyde, Chinatown, Il Caso Thomas Crown). Nel film anche Jenna Kanell (The Vampire Diaries), Erica Tremblay e Cleo King. Il personaggio di The Bye Bye Man è stato portato in vita dal Direttore della Fotografia James Kniest (Annabelle, Hush – Il terrore del silenzio), dallo Scenografo Jennifer Spence (Paranormal Activity e Insidious), dall’Editore Ken Blackwell (Ouija, I Mercenari – The Expendables), e dalla Costume Designer Leah Butler (Paranormal Activity 3 e 4, Annabelle 2).

Ci sono diversi elementi che contribuiscono a rendere questa pellicola particolarmente inquietante. Il film si ispira, infatti, a eventi di cronaca realmente accaduti. Inspiegabili omicidi familiari, persone assolutamente tranquille e “normali” che improvvisamente impazziscono generando stragi anche nei loro affetti più cari. The Bye Bye Man diventa, simbolicamente, la figura iconica responsabile di queste improvvise follie. L’essere soprannaturale, l’entità spaventosa che fa compiere gesti atroci e impensabili senza alcuna spiegazione apparente. Basta pronunciare il suo nome o pensarlo per diventare immediatamente vittime del terrore e delle proprie paure più grandi. Il punto non è credere o meno nel Bye Bye Man, nell’uomo nero o in qualunque altro modo lo si voglia chiamare. Basta sapere il suo nome, basta avere paure (a livello conscio o inconscio) per scatenare tutta la sua violenta natura, per averlo dentro per sempre, per avere la mente annebbiata e irrimediabilmente danneggiata da lui. E se si condivide tutto questo con altre persone, se si parla di lui ad altri, si trasmette lo stesso destino. Il Bye Bye Man diventa, quindi, una sorta di virus che si diffonde semplicemente nominandolo. Da qui il mantra che possa scongiurare i suoi nocivi effetti: “Non dirlo”, “Non pensarlo”, “Non dirlo”, “Non pensarlo”…quasi ad esorcizzare la sua presenza. Ma una volta che si impossessa della nostra mente, è dentro di noi, lo porteremo ovunque e nessun posto sarà mai più un luogo sicuro.

Loading...

Commenta per primo

Lascia un commento

Follow by Email
Twitter
Visit Us
Follow Me
LinkedIn
Share
Instagram