‘Ho Amici in Paradiso’ presentato al Liceo Plauto di Roma

L’opera di Cortese per avvicinare i ragazzi al mondo della disabilità

Questa mattina una folla di ragazzi si è riunita presso lo Stardust Village di Roma per assistere alla proiezione del film Ho Amici in Paradiso. Erano circa 300 gli studenti del Liceo Classico e delle Scienze Umane Plauto che hanno avuto l’occasione di conoscere e fare domande al regista Fabrizio Maria Cortese. La sua opera prima, già acclamata a Hollywood durante lo scorso ‘Los Angeles, Italia – Film Fashion and Art Fest 2017’ ed in continua torunée per l’Italia e l’Europa, porta in luce la disabilità fisica e intellettiva attraverso il grande schermo, dando vita a un processo di riabilitazione che gratifica i soggetti in modo del tutto innovativo. Si tratta di cine-riabilitazione – nell’accezione più antropologica del termine, “riabilitazione” significa restituire stima e dignità a chi, per qualsiasi motivo, l’ha perduta; nell’accezione sanitaria invece indica ridare un’abilità che è stata perduta.

Segnala a Zazoom - Blog Directory

Ad accompagnare il regista c’erano il produttore della Golden Hour Films Antonio Maria Cortese, il direttore della Casa San Giuseppe dell’Opera Don Guanella di Roma Don Pino Venerito e l’attore Antonio Catania, che nel film interpreta proprio il ruolo di Don Pino. Oltre a loro, sono intervenuti alcuni degli ospiti del Centro che hanno recitato nel film: Daniela Cotogni, Stefano Scarfini, Michele Iannaccone, Mariano Belvedere, Paolo e Giorgio Mazzarese.
Il merito di questo importante avvicinamento di giovani studenti al mondo della disabilità è di Antonella Magnoni, che nelle doppie vesti di madre e psicologa del Don Guanella ha ben pensato di contattare la scuola della figlia per organizzare l’incontro: «È importante che i ragazzi conoscano questa realtà. E quale modo migliore di presentarla loro, se non attraverso un film come Ho Amici in Paradiso? Una commedia semplice perché vera, che racconta la disabilità senza alcun filtro né pietismi […] Il clima che si respira nella pellicola è esattamente quello che respiro io tutti i giorni lavorando al Centro».

Durante la proiezione non sono mancate risate, applausi e lacrime; un frullato di emozioni che tiene incollato allo schermo il pubblico di tutte le età. Come prova del grande interesse suscitato tra i ragazzi, da poltrone sparse per tutta la sala sono piovute numerose domande.
Ad esempio, Antonio Catania ha rivelato che lavorare a questo film gli ha impartito una grande lezione di vita, che queste persone meriterebbero un nostro maggiore interesse, che troppo spesso non vengono considerate o interpretate in modo frivolo dalla società.
Anche il regista ha portato in luce la disabilità come tema da approfondire e non come problema da risolvere. Cortese ha risposto a una domanda di uno studente che chiedeva se ci fossero stati intoppi nella collaborazione tra attori professionisti ed “attori” ospiti del Centro: «Ammetto che a monte, prima dell’inizio delle riprese, avevo continui dubbi, cambi di direzione, incertezze. Questo perché immaginavo sarebbe stato un duro lavoro di integrazione per i ragazzi, che mai prima d’ora avevano lavorato su un set. Mi sbagliavo. Grazie alle loro spontaneità, amicizia e bontà d’animo tutto è andato per il meglio. Anzi, alla fine siamo noi ad essere stati integrati da loro, proprio come accade al protagonista del film».
In effetti, dalla pellicola emerge un importante discorso di inclusione bidirezionale che è fondamentale capiscano anche i giovani. Inoltre, il film dimostra che la riabilitazione di persone cosiddette “diversamente abili” – in realtà, ognuno di noi è diversamente abile rispetto ad altri – non passa necessariamente da medici e terapisti.

Si spera che l’incontro di questa mattina sia stato solo il primo di tanti con il mondo della scuola, perché grazie al suo valore pedagogico-educativo Ho Amici in Paradiso meriterebbe davvero di essere proiettato in tutti i licei e diventare spunto di riflessione per un ricco dibattito tra giovani pensatori.

È possibile organizzare matinées scolastici per la proiezione del film Ho Amici in Paradiso
nei cinema di tutta Italia, con biglietto ridotto per gli studenti, fino al termine dell’anno scolastico 2016/2017.

Per informazioni e prenotazioni:
ANTONELLA MONTESI
349 77 67 796 (dalle 15:00 alle 19:00)
antonella.montesi@yahoo.it

Loading...

Commenta per primo

Lascia un commento

Follow by Email
Twitter
Visit Us
Follow Me
LinkedIn
Share
Instagram