‘150 milligrammi’. Al cinema la lotta di Irène Frachon contro la casa farmaceutica Servier

In un ospedale di Brest, uno pneumologo stabilisce un legame diretto tra alcune morti sospette e l’assunzione di un rinomato farmaco in commercio da oltre trent’anni. Dall’inizio in sordina fino all’esplosione mediatica del caso, questa storia è ispirata alla vita di Irène Frachon, una donna che è riuscita a portare la verità a galla dopo lunghe battaglie apparentemente invincibili contro il colosso farmaceutico produttore del Mediator.

Segnala a Zazoom - Blog Directory

Un thriller impeccabile e un’incredibile avventura umana, condita dalla grande interpretazione di Sidse Babett Knudsen (sicuramente nota ai fan della serie Westworld – Dove tutto è concesso, 2016 – in corso) nel ruolo della protagonista. “Una donna forte come la verità”, suggerisce la tagline. In effetti, oltre ad essere un film di denuncia, impegnato a livello sia sociale sia professionale, 150 milligrammi (La fille de Brest) riflette soprattutto il coraggio di quei pochi che in difesa dei propri ideali – in questo caso anche dell’etica professionale – combattono da soli i poteri forti, a difesa della salute del prossimo e della giustizia.

La regista Emmanuelle Bercot ha scelto un gran soggetto per il suo nuovo film. Lei stessa afferma di essere rimasta affascinata, sì, dalla ricerca di Franchon e colleghi che ha portato al ritiro del farmaco dal mercato, ma soprattutto dalla figura di questa donna: “Mi sono subito resa conto che questa donna variopinta sarebbe potuta essere uno straordinario personaggio. Raccontato da lei, con tutta la sua passione e tutta la sua emotività, il caso assumeva una dimensione completamente nuova. Non era più la storia del Mediator, ma la storia della lotta di questa donna straordinaria. Se è riuscita a portare sino in fondo la sua battaglia, il merito sta nella sua immensa empatia nei confronti delle vittime e anche nella sua deontologia. Irène fa il medico unicamente per assistere e curare le persone, non è alla ricerca di potere e dunque non ha mai avuto paura di compromettersi”. Un modello da prendere ad esempio, una sorta di Davide intimorito dallo scontro ma che tuttavia non indietreggia di fronte a Golia.

150 milligrammi sarà al cinema dal 9 febbraio per conto di Bim Distribuzione.

 

Loading...

Commenta per primo

Lascia un commento

Follow by Email
Twitter
Visit Us
Follow Me
LinkedIn
Share
Instagram