ETIQUO FILM PROJECT per i giovani cinefili e per una circuitazione dei cortometraggi sul grande schermo

Si è svolta questa mattina presso la Sala ANICA di Roma la conferenza stampa di Etiquo Film Project – il nome deriva dalla fusione di ‘etica’ ed ‘equo’ – un ambizioso progetto cinematografico ideato da Cine1 Italia, sotto la direzione artistica del produttore e distributore Pete Maggi e da Operation Services con il suo Amministratore Unico Vincenzo Giacomini. L’obiettivo è realizzare un film composto da 10 cortometraggi che seguano il tema proposto per questa edizione: I GIOVANI E IL DENARO, ETICA, EQUITÀ ED EDUCAZIONE FINANZIARIA. Una forma di cinema che da parecchio tempo non si produce in Italia, nonostante precedenti illustri come I mostri (Risi, 1963), pellicola di 20 episodi, interpretati principalmente da Vittorio Gassman e Ugo Tognazzi – la citazione anche per segnalare la presenza nella Giuria Etiquo di uno dei figli di Tognazzi, l’attore Gianmarco.

Segnala a Zazoom - Blog Directory

I concorrenti, per poter partecipare, dovranno registrarsi gratuitamente su www.etiquofilm.it, dove troveranno il Form per l’upload della propria sceneggiatura e relativa liberatoria. Autore dello script può essere una o più persone, italiane e straniere, residenti in Italia, con un’età massima di 35 anni compiuti – maggiori informazioni e regolamento completo sono disponibili sul sito.

Dal momento che nel nostro Paese i cortometraggi vengono presentati esclusivamente ai festival e poi tendono a scomparire (tranne rari casi), Etiquo Film Project si preoccupa della produzione e distribuzione di un massimo di 80 sceneggiature che passeranno una prima fase di selezione, coinvolgendo in una grande animazione le Scuole di Cinema e lo slancio autoriale di una molteplicità di giovani operatori.

L’idea nasce da una scommessa culturale, dalla volontà di dare un’opportunità ai giovani amanti del cinema che sia totalmente svincolata dagli enti e dalle istituzioni italiane. Lo spirito di Etiquo Film Project è infatti quello di cercare di porre meno paletti possibili all’estro e alla fantasia, toccando un tema fin troppo trascurato nel nostro Paese, vale a dire l’educazione finanziaria. Si tratta di una occasione creativa per i partecipanti, senza che questi abbiano necessariamente un network intorno a loro che li sponsorizzi o che li accompagni nella loro ascesa professionale. Meritocrazia allo stato puro; nessuna amicizia né parentela. Una grande opportunità di ripartire da valori fondanti come la responsabilità sociale, l’etica del rispetto e la cultura del fare bene per rifondare una società anche grazie alla rivoluzione digitale.

Largo ai giovani, dunque, e spazio ai cortometraggi nelle sale cinematografiche!

A moderare l’incontro è stato il critico e giornalista cinematografico Boris Sollazzo, che ha accompagnato nel corso della conferenza stampa l’intera Giuria Etiquo presente in sala: il Direttore Artistico Pete Maggi; il Presidente di Giuria Gianmarco Tognazzi; lo scrittore, regista e sceneggiatore Aurelio Grimaldi; il produttore Caterina Nardi; lo scenografo Claudia Vaccaro.

Loading...

Commenta per primo

Lascia un commento

Follow by Email
Twitter
Visit Us
Follow Me
LinkedIn
Share
Instagram