Il Professor Cenerentolo arriva al cinema dal 7 dicembre

il-professor-cenerentolo-poster

Segnala a Zazoom - Blog Directory

Arriva nei cinema “Il Professor Cenerentolo”, il nuovo film di Leonardo Pieraccioni in uscita il 7 dicembre distribuito da 01.

Un cast che vede oltre llo stesso Pieraccioni anche Laura Chiatti, Davide Marotta,Flavio Insinna, Sergio Friscia, Nicola Acunzo, Massimo Ceccherini, Lorena Cesarini, Nicola Nocella e Manuela Zero.

IlProfCenerentolo -®Leonardo Baldini_003IL PROFESSOR CENERENTOLO racconta la storia di Umberto (Leonardo Pieraccioni) che per evitare il fallimento della sua disastrata ditta di costruzioni ha tentato insieme ad un dipendente (Massimo Ceccherini) un maldestro colpo in banca che gli ha fruttato però solo quattro anni di carcere! Ma se non altro, nella prigione di una bellissima isola italiana: Ventotene. Adesso Umberto è a fine pena e lavora di giorno nella biblioteca del paese insieme ad Arnaldo (Davide Marotta) un lillipunziano, napoletano con la passione per i droni. Una sera, in carcere, durante un dibattito aperto al pubblico, conosce Morgana (Laura Chiatti), una donna affascinante, un po’ folle e un po’ bambina. Morgana crede che lui lavori nel carcere e che non sia un detenuto. Umberto, approfittando dell’equivoco, inizia a frequentarla durante l’orario di lavoro in biblioteca. Ma ogni giorno entro la mezzanotte, proprio come Cenerentola, deve rientrare di corsa nella struttura per evitare che il direttore del carcere (Flavio Insinna) scopra il tutto e gli revochi il permesso di lavoro in esterno.IlProfCenerentolo -®Leonardo Baldini_008

Pieraccioni vent’anni fa usciva il suo primo film “I Laureati”. Che ricordo ha di allora?

“Un ricordo bellissimo. Ero un ragazzo inesperto e ad oggi ancora dico che sono un cabarettista imprestato al cinema. Ma sono fortunato perchè ho passato vent’anni di grandi divertimenti. In questo film ho fatto un pò il punto della situazione.”

Come nasce l’idea di questo film?

“Da una storia reale. Ho preso spunto da un idraulico che conosco e che lavora a Firenze. Fece un lavoro senza essere pagato. Così man mano una persona finisce per fallire anche se purtroppo oggi questo tema è molto attuale.”

Nel suo film il protagonista finisce in carcere. Come mai ha voluto svolgere gran parte del film in un carcere?

“Una volta sono stato a presentare un mio film nel carcere di Prato. Dopo la presentazione c’è stato un buffet ed io parlavo con le persone non sapendo se erano invitati esterni o carcerati. Cercavo di capire dalle conversazioni se erano di passaggio oppure “ospiti”. Ho applicato questa sensazione all’incontro che il mio personaggio Umberto fa con la protagonista Morgana (Laura Chiatti). Nel film infatti lei equivoca e pensa che io lavori nel carcere e non che ci sia recluso. Questo tema è molto delicato e ho cercato di edulcorarlo a modo mio.”IlProfCenerentolo -®Leonardo Baldini_011

Mi parli della scelta dei suoi attori.

“Sono dell’idea che gli attori non devono essere tanti, l’importante è che siano bravi. In questo film sono tutti strepitosi. Ad esempio Nicola Nocella l’avevo visto nel film di Pupi Avati “Il figlio più piccolo” e l’ho trovato straordinario. Mentre Davide Marotta l’ho visto a Teatro e mi sono reso conto che non solo riempiva il palco ma anche l’intera platea. Flavio Insinna è eccezionale, un vero professionista.”

E di Laura Chiatti cosa mi dice?

“Me lo avevano raccontato che lei ha un animo da maschiaccio…ma da li a far arrossire Ceccherini non ci avrei mai creduto! E’ molto simpatica, si è solo preoccupata quando con Massimo durante una scena l’abbiamo chiamata “merendona”. Lei pensava che si riferisse a qualcosa che riguardava il suo aspetto, in realtà è un modo toscano per descrivere una bella ragazza piena di cose buone! Laura è un’attrice che prende fortunatamente con allegria questo mestiere. Solo un giorno l’ho vista preoccupata, le ho chiesto se c’era qualcosa che non le tornava nella scena che dovevamo girare e lei mi ha risposto che era ansiosa perché le avevano sbagliato la consegna di un lampadario a casa. Fantastica!”

Come reputa Umberto, il suo personaggio?

“Con questo film mi sono regalato un personaggio completamente differente dai miei. Sicuramente più ruvido e cialtrone. Umberto è uno che pensa di risolvere i propri problemi economici facendo un buco nel caveau di una banca! E’ un tipo in bilico, un approssimativo, uno che va per le spicce anche in amore. Quando incontra la bella Morgana, dopo tutti quegli anni di carcere, non punta certo al suo cuore, ma a ben altro! Tra i vari punti deboli di Umberto c’è al primo posto il difficile rapporto con sua figlia, che ha dovuto lasciare, forzatamente, negli anni più importanti della sua formazione. E’ recuperare quel rapporto il vero “colpo” che dovrà fare nella sua vita.”IlProfCenerentolo -®Leonardo Baldini_012

Il film è stato girato interamente a Ventotene. Come si è trovato?

Ventotene è una di quelle isole che “mette il pizzicorino” quando le nomini. Chi c’è stato conosce la sua bellezza e il suo essere “presepino” e solo a nominarla gli si stampa un bel sorriso sulla faccia. La giri a piedi, i bambini corrono che è un piacere perché passa una macchina il mercoledì mattina ed un’altra il giovedì sera. Coloro che ci vivono sono stati molto cordiali durante le riprese: intuivano che l’avrei mostrata in tutta la sua bellezza e ne erano giustamente orgogliosi.

Loading...

Commenta per primo

Lascia un commento

Follow by Email
Twitter
Visit Us
Follow Me
LinkedIn
Share
Instagram