Venezia 73. Amy Adams e Jeremy Renner presentano “Arrival”

ARRIVALSono arrivati alla 73° Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica la bellissima Amy Adams con un favoloso abito blu e il suo collega Jeremy Renner elegantissimo nella sua giacca grigia con pantalone scuro per presentare il film in concorso “Arrival” diretto da  Denis Villeneuve in uscita nelle sale cinematografiche il 24 novembre distribuito da Warner Bros.

Segnala a Zazoom - Blog Directory

Arrival è un thriller di fantascienza provocatorio del celebre regista Denis  Villeneuve (SICARIO, PRISONERS). Quando un misterioso oggetto proveniente  dallo spazio atterra sul nostro pianeta, per le susseguenti investigazioni viene formata una squadra di élite, capitanata dall’esperta linguista Louise Banks (Amy Adams). Mentre l’umanità vacilla sull’orlo di una Guerra globale, Banks e il suo gruppo affronta una corsa contro il tempo in cerca di risposte – e per trovarle, farà una scelta che metterà a repentaglio la sua vita e, forse, anche quella del resto della razza umana.

“Mi ha colpito molto l’elemento di fantascienza presente nel film – ha affermato Amy Adams – e mi ha colpito ancora di più ricevere la proposta di interpretarlo da un uomo d’arte ricco di potenza come Denis Villeneuve. Sul set è stato fantastico, una grande gioia lavorare con lui. E’ un uomo che sa essere tanto concentrato quanto sereno e calmo.” Anche per Renner si è rivelata una grande esperienza: “Denis è un uomo dotato di grande intelligenza emotiva. Non capirò mai come possa fare a ponderare tutto quel che gli passa per la testa, è  così equilibrato e paziente. Ha anche il grande pregio di lasciarti libero sul set.”

Una donna puo’ essere madre e scenziata? E’ stato chiesto alla Adams. “Assolutamente sì. Basta saper vivere la vita con intelligenza e di donne così ne conosco molte. Anche io sono madre e questo copione mi ha colpito con il prologo emotivo, ed ho avvertito anche un senso di comunione con l’umanità del mio personaggio e la natura degli eptapodi. La mia Louise è semplicemente una donna come tante altre che lotta per tenere stretto a se il proprio lavoro. La nostra vita, infatti,  è alla continua ricerca di una stabilità tra la vita personale e quella lavorativa.”

E sul tema “alieni” l’attrice ha dichiarato: “Siamo presuntuosi a pensare che gli alieni la pensino come noi. Cosa potrebbero pensare realmente di questo nostro mondo?”

arrival-primo-teaser-trailer-per-il-film-di-denis-villeneuveIl ruolo di Ian Donnelly è abbastanza diverso dai ruoli interpretati da Renner: “Ho avuto un collegamento emozionale con la storia – ha affermato l’attore – anche se questo ruolo è molto insolito rispetto ai miei precedenti. Confesso di aver accettato soprattutto per lavorare con Amy. Farei di tutto per lei.” Riguardo al suo mestiere ha aggiunto: “Nella comunicazione non sono importanti le parole che spesso tradiscono le emozioni, bensì l’espressioni fisiche, il viso e ciò che trasmette in ogni occasione.

Ma se la bella Amy Adams potesse conoscere il suo destino cosa farebbe? “Sono una donna terribilmente ansiosa e molto agitata per natura. Ma noi esseri umani abbiamo una grandissima occasione: apprezzare tutto ciò che capita nella nostra vita sia di importante che di meno importante e di cogliere il lato bello di ogni esperienza.”

Loading...

Commenta per primo

Lascia un commento

Follow by Email
Twitter
Visit Us
Follow Me
LinkedIn
Share
Instagram