Emanuela Grimalda torna a teatro con "Queste pazze donne" di Gabriel Barylli | Al di là del cinema...
Al di là del cinema...

Emanuela Grimalda torna a teatro con “Queste pazze donne” di Gabriel Barylli

Foto di Andrea Ciccalé

Emanuela Grimalda torna a teatro con una commedia molto divertente, “Queste pazze donne” di Gabriel Barylli che da stasera debutta in tournee al Teatro Ventidio Basso di Ascoli Piceno. Sul palco con l’attrice triestina, Vanessa Gravina e Paola Quattrini. Emanuela Grimalda racconta  una di queste tre donne, scontente, arrabbiate, indecise. Lo spettacolo, prodotto da Synergie teatrali, è diretto da Stefano Artissunch con un chiaro omaggio al regista Almodovar e al suo modo di leggere la realtà. <<Barbara, il personaggio che interpreto – racconta l’attrice – scopre proprio nella notte di Natale, dopo vent’anni di matrimonio, di essere stata tradita. Per questo è piena di rabbia che  verrà espressa con tutta la comicità tipica delle donne fortemente autoironiche. Questa storia – spiega Emanuela Grimalda – contiene un messaggio per tutte le donne: ritrovare il piacere e l’equilibrio di saper stare anche da sole>>. La piece è stata apprezzata in un’anteprima quest’estate al festival di Borgio Verezzi, un palcoscenico molto suggestivo per il teatro italiano.

Segnala a Zazoom - Blog Directory

Emanuela Grimalda è conosciuta al grande pubblico per il suo ruolo nella fiction “Un medico in famiglia”. Ma è apprezzata anche per i suoi ruoli cinematografici: ha recitato, infatti, in “Assolo” con la Regia di Laura Morante, “La Bellezza del Somaro” di Sergio Castellitto e “Manuale d’amore 3” di Giovanni Veronesi, solo per citarne alcuni. Il Teatro è la sua grande passione.

Tanto è,  che ha debuttato da produttrice per lo spettacolo teatrale “Le Difettose”. Il monologo racconta le donne che non riescono o non possono avere dei figli. Tratta dal libro di Eleonora Mazzoni (Ed. Einaudi), questa storia è stata portata sul palcoscenico da Emanuela Grimalda con la regia di Serena Sinigallia, anche di recente, con lo scopo di sostenere alcune associazioni antiviolenza nella giornata a loro dedicata. “In questo caso – spiega l’attrice – ho voluto assolutamente essere coproduttrice, volevo partecipare alle decisioni perché questo tema forte e delicato fosse trattato con una sensibilità che mi corrispondesse. Ho fatto la produttrice con la testa dell’artista e – conclude – ho imparato tantissimo da questa esperienza”.

 

Emanuela Grimalda Bio

 

Nata a Trieste, si diploma all’Istituto D’Arte e poi si trasferisce a Bologna per frequentare il Dams, vagheggiando un futuro da pittrice. Non si laurea per una naturale propensione al non finito, che l’accomuna a Michelangelo.

 Si diploma invece alla scuola di teatro di Bologna, città dove è attivissima. Fonda il Circolo culturale Terzo Piano e si segnala anche come cameriera, poetessa, baby sitter, pittrice, attrice.

 Abbandona Bologna per Roma dove vive da alcuni anni.

 Alterna teatro, cinema e televisione.

 Ha interpretato spettacoli di prosa con la regia di Nanni Garella, di teatro di ricerca con Giorgio Barberio Corsetti, di drammaturgia contemporanea (Tra gli altri I monologhi della vagina di Eve Ensler). Fa parte per anni di Riso Rosa, scatenato gruppo di comiche muse di se stesse.

 È autrice e interprete di monologhi comici. (Lo spettacolo Midolla e Animelle) con i quali ha partecipato a importanti rassegne. (Un palcoscenico per le donne a cura di Franca Rame e Dario Fo) Nel 2006 fonda con Alessandro Fullin una nuova Avanguardia comica: IL  CABARET DIFFICILISSIMO! Il primo Cabaret dove non si ride mai!

 È autrice e interprete di INFINITE O SFINITE? MIRACOLI DELLE DONNE D’OGGI spettacolo comico di e con Emanuela Grimalda e Paola Minaccioni.

 Ha prestato i suoi personaggi alla televisione nelle trasmissioni NON C’È PROBLEMA  al fianco di Antonio Albanese e  B.R.A di Serena Dandini.

 È stata tra i protagonisti della serie tv Sei forte maestro Ha partecipato a BORIS, a “Cotti e mangiati”, “I Cesaroni”, Tutti pazzi per amore 1 e nelle fiction L’Amore e la guerra e Il Dottor Moscati con Beppe Fiorello regia di Giacomo Campiotti.

 È stata Hellis van Hopperin Rebecca la prima moglie remake di Riccardo Milani. Recentemente ha interpretato con grande successo il personaggio di AVE BATTISTON nella serie Un medico in famiglia.

 Al cinema ha lavorato con Albanese, Salemme, Marco Risi, Mazzacurati, Covatta, Vanzina, Campiotti e Maria Antonia.

 Nel 2010/2011 ha recitato  ne La bellezza del somaro di Sergio Castellitto e in Manuale d’amore 3 di Giovanni Veronesi accanto a Robert De Niro.

 Nel frattempo è diventa membro dell’Actor’s Center di Roma diretto da Michael Margotta.

 Nel 2012 ha preso parte al progetto teatrale di Serena Dandini FERITE A MORTE contro il femminicidio (Che tempo che fa F. Fazio Rai3)

 Nel 2013 porta in scena IL GIORNO È SERVITO Divertente ricettario gastrosentimentale di cui è autrice.

 Scrive racconti e partecipa a trasmissioni radiofoniche come Storyville (Radio3) e Ottovolante (Radio2)

 Alterna personaggi comici a personaggi drammatici.

Commenta per primo

Lascia un commento

google-site-verification: googlec234cd61f5cc7e57.html