Antonio Cabrini spegne 60 candeline. Tanti auguri Campione!!!

Antonio Cabrini compie 60 anni, a 35 dal Mondiale del 1982.

Segnala a Zazoom - Blog Directory

E’ stato per tutti il Bell’Antonio. Prima ancora di essere il terzino della Juve e della Nazionale, prima ancora di essere Campione del Mondo, lui ha rappresentato il sogno. Per Antonio Cabrini, che il prossimo 8 ottobre compirà sessant’anni, hanno battuto milioni di cuori. Soprattutto femminili.

Il terzino della storica Nazionale che alzò la Coppa del Mondo in Spagna è un’icona che non sembra invecchiare.

Anche grazie a valori concreti sempre professati e mai traditi.

Per celebrare un traguardo così importante, Cabrini ha scelto di rendere omaggio al decennio che più di ogni altro lo ha visto protagonista assoluto: gli anni Ottanta.

Con una festa privata con  gli amici di sempre e con docufilm che ripercorre i momenti più significativi della sua vita, sul campo e fuori.

Le prime interviste in tv, dove  con Fabio Fazio la nuova trasmissione “Che Fuori Tempo Che Fa”, ogni lunedì sera.

Le corse con la maglia della Juventus e con quella della Nazionale, fino agli allenamenti da CT della squadra azzurra femminile.

Due figli – Edoardo e Martina – e una compagna, Marta, Antonio Cabrini è un protagonista di grande spessore e simbolo di un calcio pulito. Da sempre gli viene riconosciuto, oltre allo straordinario valore tecnico e atletico, l’eccellente livello umano.

L’uomo che ha vinto tutto festeggia mettendo in primo piano l’amicizia: innumerevoli e divertenti gli auguri inviati da vip, celebrità, compagni di gioco e di vita che hanno voluto inviare a Cabrini un messaggio personale per il suo compleanno.

 

Biografia

Nato a Cremona l’8 ottobre 1957, Cabrini è stato il terzino simbolo della Juventus e della Nazionale. Nel 1982 ha vinto la Coppa del Mondo con la Nazionale di Enzo Bearzot entrata nella leggenda.

Nel corso della sua lunga carriera agonistica – 17 anni, di cui 13 in bianconero –  ha conquistato 6 scudetti, 2 Coppe Italia, 1 Coppa Uefa, 1 Coppa delle Coppe, 1 Coppa dei Campioni, 1 Coppa Intercontinentale, 1 Super Coppa e 1 Mundialito per Club.

Le sue caratteristiche di terzino d’attacco, con una buona propensione al gol (33 gol in bianconero e 9 in Nazionale con 73 presenze), unita a una invidiabile solidità difensiva, lo fecero emergere come uno dei più grandi talenti italiani di ogni tempo.

Dopo varie esperienze di allenatore di club maschile e della Nazionale Siriana, dal 2012 fino all’agosto 2017 è stato il CT della Nazionale femminile di calcio.

 

Il campione del mondo che con Paolo Rossi, Gentile, Altobelli, Tardelli e gli altri sollevò la Coppa in Spagna è a tutt’oggi un uomo di sport, che ne conserva i valori e li applica in ogni aspetto della sua vita. La disciplina, il divertimento, il gruppo, la lealtà.

Cabrini ha vinto tutto, ma va avanti con la volontà di chi umilmente insegue la prima conquista.

 

I numeri:

 390 partite in serie A, 35 reti in 15 stagioni; alla Juventus ha giocato: 13 stagioni, 297 partite, 33 reti;  in Nazionale ha disputato 73 gare in 10 anni, 10 da capitano, 9 reti.         

Pallone d’oro (ad honorem) 1982

Carriera da allenatore:

2000-2001 Arezzo -serie C (PLAY OFF)

2001 Crotone- serie B

2004 Pisa- serie C (PLAY OFF)

2005-2006 Novara- serie C (QUINTO CLASSIFICATO)

2007-2008 Nazionale Siriana  (qualificazione coppa del mondo)

2012-2017  CT della Nazionale Femminile di Calcio

 

Loading...

Commenta per primo

Lascia un commento

Follow by Email
Twitter
Visit Us
Follow Me
LinkedIn
Share
Instagram