Il Mental-coach Roberto Cerè: “Il mio impegno al servizio di chi è meno fortunato”

È uno dei mental-coach più amati e rinomati a livello internazionale. Ma Roberto Cerè è anche un uomo che, attraverso la sua attività, si mette al servizio di chi è meno fortunato. E in questa intervista, ci svela tutti i suoi prossimi progetti.
 
Roberto, il 2019 è stato un anno importante per te: quali sono a tuo avviso le tappe più significative?
Un anno importante sotto tanti aspetti: finalmente dopo tanti labirinti burocratici abbiamo ottenuto il riconoscimento ONLUS per la “Fondazione MICAP for Children” – un grande traguardo che certifica gli intenti e le ambizioni della fondazione. Un’organizzazione che abbiamo voluto io e Antonia insieme a tutti gli studenti del Master internazionale in coaching ad alte prestazioni (MICAP), per aiutare quei bambini che sono stati abbandonati e traditi dalla vita. Oggi siamo felici di aver acquistato un terreno in Tanzania dove stiamo costruendo l’orfanotrofio “MICAP VILLAGE” destinato a 80-200 bambini sieropositivi. Il 2019 lo saluto con affetto anche perché ha visto la nascita dei tre libri sulla vita: “SALUTE, AMORE, BUSINESS” tre titoli che si presentano da soli. Una raccolta accorta e minuta delle frasi e dei pensieri che hanno plasmato il mio modo di pensare, parlare e agire durante la mia crescita. Pensieri senza i quali non sarei oggi quello che sono. Ho voluto raccoglierli e presentarli a chi, come me, è in cerca di mentori, di allenatori di vita, che possano tendere una mano e guidare lungo un percorso. Oltre a essere stato un anno epico grazie alla sua conclusione: a ottobre abbiamo tenuto la Leadership Academy MICAP a Montecarlo. Cinque giornate intensive dove 1.864 professionisti si sono misurati muso a muso con le loro paure, dubbi, incertezze sul futuro personale e professionale. Cinque giornate dalle quali sono usciti con precisi strumenti e soluzioni pratiche. Una vera gioia! Soprattutto perché in quell’occasione, grazie alle donazioni fatte da tutti i partecipanti, la Fondazione MICAP for Children ha raccolto più di duecento mila euro, già destinati alla costruzione dell’orfanotrofio MICAP VILLAGE. 
 
In questo momento a quali progetti ti stai dedicando?
Come avrai capito, alla realizzazione dell’orfanotrofio in Tanzania. Mentre dal punto di vista professionale il 2020 sarà l’anno in cui porteremo il Master (MICAP) alla sua settima edizione. Un Master diverso e unico nel suo genere: tre anni dove i partecipanti si misurano con la maratona di New York, con una settimana in un bosco per sopravvivere senza grandi aiuti, tre anni dove si impegnano a scrivere e pubblicare un libro… Ogni partecipante deve superare sette prove fisiche e mentali entro tre anni. Un labirinto di emozioni, prove, indovinelli da risolvere… che alla fine portano chiunque lo inizi e lo finisca a capire in profondità e con una chiarezza unica: qual è la sua visione, missione e ambizione, nella vita e nel lavoro.
 
Tornando indietro, nel tuo percorso, c’è qualcosa che non rifaresti?
Ci sono tante cose che non rifarei: non tratterei male tutte le persone che in qualche modo ho mortificato, giudicato, umiliato (oggi me ne vergogno profondamente); non perderei tempo; rifarei meglio le scuole medie superiori; all’università sceglierei Filosofia invece che Economia; e tante altre cose… Ma c’è da dire che se oggi sono diventato quell’uomo affidabile sul quale migliaia di persone ogni anno si poggiano per trovare le proprie risposte e una via da percorrere, è grazie a tutte quelle esperienze delle quali mi sono vergognato o pentito, ma che oggi non cambierei più. Ogni “errore” arriva nella nostra vita per insegnarci qualcosa, e per renderci migliori.
 
Sappiamo che, prossimamente, ti vedremo al cinema: cosa puoi anticiparci?
Si è vero. Piccole partecipazioni, un po’ per promuovere i miei libri (che tra l’altro vanno tutti in beneficenza) un po per giocare in un ambiente che mi ha sempre affascinato. Ho iniziato con Carlo Verdone nel film “l’abbiamo fatta grossa”; poi con Massimo Boldi e questo autunno in “Free” e “Stay calm”.
 
Chiunque desiderasse avvicinarsi alla tua Leadership Academy MICAP, in quale modo può farlo?
Apriamo le iscrizioni una sola volta all’anno, l’evento si tiene generalmente tra settembre e ottobre. Il sito dove trovare tutte le indicazioni è questo: https://www.leadershipacademymicap.com/
Loading...

Commenta per primo

Lascia un commento

Follow by Email
Facebook
Facebook
LinkedIn
Instagram