Ai Ciak D’oro trionfano Paolo Genovese e Gabriele Mainetti

52628Straordinaria edizione del premio al cinema italiano CIAK D’ORO che quest’anno celebra i suoi 30 anni (la prima cerimonia fu infatti nel giugno del 1986) con un parterre d’eccellenza composta da alcuni autori e attori fra i più significativi del grande schermo. Nella serata dei premi ideati da CIAK, il magazine diretto da Piera Detassis, trionfano la commedia, il film di genere e il rinnovamento generazionale con Perfetti sconosciuti di Paolo Genovese, Lo chiamavano Jeeg Robot di Gabriele Mainetti e Il racconto dei racconti – Tale of Tales di Matteo Garrone.

Segnala a Zazoom - Blog Directory

La consegna dei CIAK D’ORO 2016 (che prendono in considerazione i film usciti tra il 1° maggio 2015 e il 30 aprile 2016) avrà luogo questa sera a Roma nel cuore del cinema, Cinecittà Studios.

Ex aequo tra Perfetti sconosciuti e Lo chiamavano Jeeg Robot che conquistano i lettori del mensile e la giuria dei critici, aggiudicandosi 4 CIAK D’ORO ciascuno. Alla commedia corale che ha messo in luce come i cellulari siano ormai la scatola nera dei nostri segreti, vanno i riconoscimenti: Miglior film, Miglior attore protagonista Marco Giallini, Miglior Sceneggiatura Filippo Bologna, Paolo Costella, Paolo Genovese, Paola Mammini e Rolando Ravello, Migliore Canzone Originale Fiorella Mannoia, Bungaro e Cesare Chiodo.

Al superhero movie italiano vanno invece i CIAK D’ORO per il Miglior attore non protagonista Luca Marinelli, Miglior colonna sonora di Michele Braga e Gabriele Mainetti, Miglior Manifesto di Daniele Moretti per Big Jellyfish e Miglior Opera Prima.

Successo anche per il Fantasy d’autore di Matteo Garrone Il racconto dei racconti – Tale of Tales che ha vinto Miglior Regia, Miglior Scenografia e Migliori costumi. Nell’anno delle unioni civili, Sabrina Ferilli è la Migliore Attrice Protagonista, per l’irresistibile interpretazione di Marina in Io e lei di Maria Sole Tognazzi, una commedia sulla normalità di essere una coppia omosessuale. Il premio è firmato anche da Chopard, tra i marchi più celebri dell’alta orologeria e gioielleria.lo-chiamavano-jeeg-robot-locandina-finale

Il CIAK-Alice Giovani (nato dalla collaborazione del magazine con Alice nella Città, Sezione indipendente e autonoma del Festival Internazionale del Film di Roma), dedicato alle migliori pellicole italiane rivolte al mondo dei ragazzi, viene assegnato a Un Bacio di Ivan Cotroneo, un film che parla di adolescenza, bullismo e omofobia.

Lino Banfi, icona della comicità italiana, riceve il SUPERCIAK D’ORO per la sua straordinaria carriera che partendo dai musicarelli e dalla commedia sexy anni ’80, arriva al leggendario Nonno Libero di Un Medico in famiglia fino all’ultima interpretazione, l’onorevole di riferimento di Checco Zalone in Quo vado?, film record della stagione. La consegna di questo riconoscimento è anche l’occasione per dare inizio ai festeggiamenti per gli 80 anni che l’attore pugliese compirà il prossimo 11 luglio. Valerio Mastandrea per Kimera Film, con Rai Cinema e Taodue si aggiudicano il CIAK D’ORO Miglior Produttore per Non essere cattivo di Caludio Caligari. Greta Scarano e Alessandro Borghi (premiato anche per Non essere cattivo) sono le rivelazioni dell’anno per il film Suburra. Sonia Bergamasco riceve il CIAK D’ORO Miglior Attrice Non Protagonista per Quo vado?, dove veste i panni della dottoressa Sironi, una dirigente inflessibile del Ministero del Lavoro che ha la missione di tagliare più posti di lavoro possibile.

Anche in questa edizione il premio del mensile di cinema allarga lo sguardo alla serialità d’autore, con il CIAK D’ORO Speciale Serial Movie assegnato a Miriam Leone, l’ispettrice Valeria Ferro di Non uccidere. L’ambitissimo CIAK D’ORO Bello & Invisibile, destinato dalla redazione del magazine ad un film di grande qualità non abbastanza gratificato al box office, va quest’anno a Bella e perduta di Pietro Marcello.
Hanno contribuito alla realizzazione di questa edizione del premio CIAK D’ORO anche: Chopard, Ferrari Trento Doc, Birra Moretti, Poolpharma MGK Vis, Paglieri e Oreste Fiori.

Loading...

Commenta per primo

Lascia un commento

Follow by Email
Twitter
Visit Us
Follow Me
LinkedIn
Share
Instagram