I premi collaterali dei film presentati alle “Giornate degli Autori”

Dopo l’assegnazione di questa mattina del Venice Days Award 2016 da parte della giuria dei 28 giovani europei, presieduta da Bruce LaBruce, a The War Show (di Andreas Dalsgaard e Obaidah Zytoon), le Giornate degli Autori si preparano ad accogliere altri illustri premiati.

Segnala a Zazoom - Blog Directory

La sezione indipendente della Mostra, nel ringraziare tutte le Giurie che hanno voluto riconoscere un merito agli undici titoli della 13ª edizione, alle 18.30 di questo pomeriggio ospita alla Villa degli Autori una cerimonia di premiazione in cui saranno consegnati numerosi riconoscimenti.

Il PREMIO LABEL EUROPA CINEMA va a SAMI BLOOD di Amanda Kernell che riceverà il premio insieme al produttore Lars G. Lindström.

Il Label Europa Cinemas, dedicato ai film di produzione e co-produzione europea. Il Label, creato nel 2003 da un network di esercenti europei di qualità (oltre 2.300 schermi in più di 500 città europee), con il sostegno del Programma MEDIA dell’Unione europea, consiste in un contributo economico alla distribuzione e alla promozione nonché alla permanenza del film vincitore nelle sale aderenti al network.

I PREMI FEDEORA (Federazione dei Critici Europei e dei Paesi Mediterranei).
Miglior film: THE ROAD TO MANDALAY di Midi Z, presente alla cerimonia per ritirare il premio.

Miglior regista esordiente: AMANDA KERNELL (per il film SAMI BLOOD), presente alla cerimonia per ritirare il premio.

Miglior attrice: ASHLEIGH CUMMINGS per il film HOUNDS OF LOVE di Ben Young, che riceverà il premio per l’attrice.

Miglior film europeo: QUIT STARING AT MY PLATE di Hana Jušić, presente alla cerimonia per ritirare il premio insieme alla produttrice Ankica Tilic.

Il PREMIO LIZZANI va a LA RAGAZZA DEL MONDO di Marco Danieli

Il premio Lizzani, istituito dall’ANAC, è dedicato al regista Carlo Lizzani, figura fondamentale della nostra cinematografia e direttore della Mostra dal 1979 al 1982. Si tratta di un premio per gli esercenti cinematografici più coraggiosi. Quest’anno è Sino Accursio Caracappa, esercente di Sciacca, che ha scelto il film vincitore al quale garantirà la promozione e la distribuzione nelle sue sale.

I PREMI PASINETTI:

Miglior film: INDIVISIBILI di Edoardo De Angelis.

Miglior attore: MICHELE RIONDINO per il film LA RAGAZZA DEL MONDO di Marco Danieli.

Miglior attrice: SARA SERRAIOCCO per il film LA RAGAZZA DEL MONDO di Marco Danieli.

Marco Danieli riceverà il premio per i suoi attori.

Menzione speciale alle attrici ANGELA e MARIANNA FONTANA per INDIVISIBILI di Edoardo De Angelis che ritirerà il premio.

Il Premio Pasinetti, dedicato al regista sceneggiatore, critico e fotografo Francesco Pasinetti, assegnato dal Sindacato Nazionale Giornalisti Cinematografici Italiani (SNGCI), è uno dei premi collaterali della Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia.

Il QUEER LION va a HEARTSTONE di Guðmundur Arnar Guðmundsson

Il Queer Lion è un premio cinematografico attribuito annualmente dal 2007 al “Miglior Film con Tematiche Omosessuali & Queer Culture”. Ritira il premio il regista Guðmundur Arnar Guðmundsson.

Il PREMIO LINA MANGIACAPRE va al film INDIVISIBILI di Edoardo De Angelis.

Ideato nel 1987 da Lina Mangiacapre, affiancata da una giuria composta da giornalisti e critici cinematografici (al 50% uomini e donne), il premio è finalizzato a “segnalare le opere filmiche che mostrano nel segno della differenza il cambiamento dell’immagine della donna, soggetto di storia e di cultura.” Ritireranno il premio Edoardo De Angelis (regista) e Pierpaolo Verga (produttore).

Il PREMIO BRIAN va a LA RAGAZZA DEL MONDO di Marco Danieli.

La UAAR (Unione degli Atei e degli Agnostici Razionalisti) assegna un premio per il miglior film presentato alla Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia che sarà ritirato dal regista Marco Danieli.

Il PREMIO GIANNI ASTREI – VENEZIA 2016 va al film INDIVISIBILI di Edoardo De Angelis.

L’Associazione Fiuggi Family Festival in collaborazione con Ente dello Spettacolo attribuisce il premio al film italiano che, tra tutti quelli presentati alla 73. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica, valorizza al meglio l’esperienza cinematografica intesa come arricchimento e ri-elaborazione della visione del mondo nel singolo e nella società.

Loading...

Commenta per primo

Lascia un commento

Follow by Email
Twitter
Visit Us
Follow Me
LinkedIn
Share
Instagram