Venezia73, Emma Stone Miglior Attrice, Tom Ford Gran Premio della giuria, Leone ‘Oro” al film”The Woman who left”

27363-ang_babaeng_humayo_-_director_lav_diaz_-_courtesy_hazel_orencio_2Si spengono i riflettori sulla 73° Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica che quest’anno ha visto la presenza di bei film uniti a grandi personaggi. L’Italia, purtroppo, è rimasta a bocca asciutta. A portarsi a casa l’ambito Leone d’Oro è stato il filippino Lav Diaz con il suo “The Woman who left” una pellicola di ben 226 minuti che ha conquistato la giuria composta dal Presidente Sam Mendes e da Chiara Mastroianni, Laurie Anderson, Gemma Arterton, Giancarlo De Cataldo, Nina Hoss, Joshua Oppenheimer e Zhao Wei. Un film che vuole spingere il cinema a trovare quelle risposte profonde che ogni spettatore si chiede. Un’opera sull’esistenza umana alla ricerca della logica.

Segnala a Zazoom - Blog Directory

LLL d 09 _1627.NEFLa Coppa Volpi alla Miglior attrice è andata ad Emma Stone, protagonista di “La La Land” che, assente dalla Laguna ha delegato a ritirare il suo Premio a Paolo Del Brocco, Amministratore Delegato di Rai Cinema. Emma Stone ha voluto comunque inviare un video messaggio di ringraziamento in cui ha affermato che è stato un premio del tutto inaspettato e ha ringraziato il regista, i produttori e Ryan Gosling suo partner nel film. “Ho ballato e cantato – ha concluso l’attrice – non potevo chiedere di più”.

Il Miglior attore, invece, è stato Oscar Martinez per il film argentino “El Ciudadano ilustre” di Mariano Cohn e Gaston Duprat.

Il Gran Premio della giuria è stato assegnato a “Nocturnal Animals” di Tom Ford e interpretato dagli strepitosi Jake Gyllenhall e Amy Adams.NOCTURNAL ANIMALS

Il Leone d’Argento per la migliore regia è andato ex aequo ad Andrei Konchalovsky per “Paradise” e ad Amat Escalante per “La Region Salvaje”.

Premio per la migliore sceneggiatura è andato a Noah Oppenheim per Jackie, mentre il Premio Speciale della Giuria a The Bad Batch di Lily Amirpour. Infine il Premio Marcello Mastroianni a un giovane attore o attrice emergente è stato conferito a Paula Beer per Frantz.

Ma i Premi non finiscono qui. La giuria della sezione Orizzonti formata da  Jim Hoberman, Robert Guédiguian, Nelly Karim, Valentina Lodovini, Chema Prado, Moon So-ri e Chaitnaya Tamhane hanno premiato “Liberami” di Federica Di Giacomo come Miglior Film, “Home” di Fien Troch come Miglior Regia. Premio Speciale della Giuria Orizzonti a “Big Big World” di Reha Erdem. A vincere il Premio come migliori attore e attrice, Nuno Lopes per “Sao Jorge” di Marco Martins e Ruth Dìaz per “Tarde para la Ira” di Raùl Arévalo. “La Voz Perdida” di Marcelo Martinessi ha vinto il Premio Orizzonti come miglior cortometraggio, mentre la Migliore Sceneggiatura è andata a Wang Bing per il film “Botter Money

Per le opere prime il premio Leone del Futuro, è stato conferito dal presidente della giuria Kim Rossi Stuart e Marco Giallini ad Akher Wahed Fina (The Last of Us) di Ala Eddine Slim il quale ha dedicato il Premio al suo Professore e insegnante Franco Di Giacomo.

PREMI VENEZIA CLASSICI la Giuria presieduta da Roberto Andò e composta da studenti di cinema provenienti da diverse Università italiane: 25 laureandi in Storia del Cinema, indicati dai docenti di 12 DAMS e della veneziana Ca’ Foscari, ha deciso di assegnare i seguenti premi:

il PREMIO VENEZIA CLASSICI PER IL MIGLIOR DOCUMENTARIO SUL CINEMA a: LE CONCOURS di Claire Simon (Francia)

il PREMIO VENEZIA CLASSICI PER IL MIGLIOR FILM RESTAURATO a: BREAK UP – L’UOMO DEI CINQUE PALLONI di Marco Ferreri (1963 e 1967, Italia, Francia)

LEONE D’ORO ALLA CARRIERA 2016 a: JEAN-PAUL BELMONDO JERZY SKOLIMOWSKI

JAEGER-LECOULTRE GLORY TO THE FILMMAKER AWARD 2016 a: Amir Naderi

PERSOL TRIBUTE TO VISIONARY TALENT AWARD 2016 a: Liev Schreiber

PREMIO L’ORÉAL PARIS PER IL CINEMA a: Matilde Gioli

Loading...

Commenta per primo

Lascia un commento

Follow by Email
Twitter
Visit Us
Follow Me
LinkedIn
Share
Instagram