Al di là del cinema...

La Pellicola d’oro: un premio dedicato a chi fa il cinema restando dietro le quinte

In Italia siamo invasi da festival, premi inutili, consegnati sempre agli stessi protagonisti, dimenticandoci che i film si fanno solo se il dietro le quinte funziona.  Sette anni fa ad avere l’idea geniale   di creare il Premio “La Pellicola D’oro”, dedicato a quelle figure spesso dimenticate, come gli operatori di macchina, i costruttori di scena, gli elettricisti, i macchinisti, le sarte,  è stato Enzo De Camillis, regista e produttore di talento e grande osservatore della società che ci circonda. De Camillis , che ha sempre masticato il cinema, ha rivalutato i veri protagonisti del grande schermo, dando volto e parola a chi, ingiustamente non veniva neanche nominato. Se  molti altri si sono persi tra nani e ballerine, paillettes e raccomandazioni, lui ha puntato a quelle figure professionali che danno  successo al cinema, con un lavoro importante e insostituibile. Ed è così che è nato un esperimento che tanto successo ha avuto da guadagnare decine di imitatori. “Porterò il Premio in Europa”, ha annunciato il Maestro”- “ è importante che continui a varcare i confini dell’Europa. Nel 2016 siamo già andati a Lisbona e Sofia, ora sto pensando all’Albania e ai paesi che si affacciano sul Mediterraneo. Il Premio nasce per riconoscere i mestieri che fanno vivere il cinema  e il mio obiettivo è di tramandarlo ai giovani che non li conoscono.”  Giovedì 20 Aprile  la “Pellicola d’Oro” verrà consegnata  alle nostre maestranze  scelte da una giuria di 150 addetti ai lavori. Non sarà solo un prezioso gadget  da sistemare in bella mostra,  ma rifletterà un  percorso fatto di cinema e storia, passione e sogni , cultura che produce cultura. E noi saremo presenti  per applaudire e riconoscere il merito a chi ha contribuito ad accompagnare in silenzio le nostre vite, raccontandoci risate, lacrime e grandi passioni.

Segnala a Zazoom - Blog Directory

Tra coloro che hanno ricevuto “La Pellicola d’Oro” nelle passate edizioni, per meriti artistici o tecnici ricordiamo: Ettore Scola, Manolo Bolognini, Giancarlo Giannini, Ugo Gregoretti, Terence Hill, Leo Gullotta, Marco Giallini, Maria Pia Calzone.

Molti i personaggi che hanno confermato la loro presenza. Tra questi: George Hilton, Alessandro Capone, Giuliano Montaldo, Ennio Fantastichini, Roberto Perpignani, Rita Forzano, Riccardo Milani, Blasco Giurato, Paolo Masini (Consigliere del Ministro alla Cultura), l’Istituto bulgaro di Cultura.

Tra i vari prestigiosi premi che verranno consegnati giovedì 20 aprile al Teatro Italia, anche quelli alla Carriera che, quest’anno saranno dati a: Giuliano Montaldo Presidente dell’Accademia del Cinema Italiano – Premi David Di Donatello, Francesco Avenia e Fabrizio Gallo per i quarant’anni di attività della R.E.C., Società che opera nei settori del cinema, televisione, teatro tramite la fornitura di prodotti per la ripresa professionale e di noleggio, Rita Forzano attrice e direttore del casting director, ha lavorato con importanti registi italiani come Roberto Rossellini e, infine, Roberto Perpignani, montatore cinematografico, Presidente F.I.D.A.C. (Federazione Italiana delle Associazioni Cineaudiovisive) vincitore di ben quattro David di Donatello.

Loading...

Commenta per primo

Lascia un commento

Follow by Email
Facebook
Facebook
LinkedIn
Instagram